Loading...

scia cuori bocche

venerdì 19 marzo 2010

Da cotto e mangiato

Cotto e Mangiato

I dolci di Benedetta Parodi


TORTA DI PANE DI HAITI

Un chilo di pane secco, un litro di latte, 100 gr di uvetta 40 gr di pinoli, 4-5 prugne secche, 4-5 albicocche secche, 3 uova, 8 cucchiai colmi di zucchero, la scorza di un’arancia.
Ammollare il pane nel latte in modo tale che si ammorbidisca. Aiutandosi con le mani creare una vera e propria poltiglia. Se e’ necessario aggiungere altro latte. Trasferire il composto ammollato in una ciotola e mescolarlo con le uova, lo zucchero e tutte le frutte secche. In ultimo grattugiare la scorza d’arancia. Foderare una teglia rettangolare con la carta forno, versarci la torta e cuocere in forno per circa 40 minuti a 180°. Sarà cotta quando la vedrete gonfiarsi un pochino. Mi raccomando: conservatela coperta dalla pellicola se no indurisce.

martedì 16 marzo 2010

un bimbo dice alla mamma:

« Perchè piangi ? »
« Perchè sono una donna » gli risponde.
« Non capisco » dice il bambino.
La mamma lo stringe a sè e gli dice : « E non potrai mai capire… »
Più tardi il bambino chiede al papà :
« Perchè la mamma piange ? »
« Tutte le donne piangono senza ragione », fu tutto quello che il papà seppe dirgli.
Divenuto adulto, chiese a Dio :
« Signore, perchè le donne piangono così facilmente? »
E Dio rispose :
« Quando l’ho creata, la donna doveva essere speciale ».
«Le ho dato delle spalle abbastanza forti per portare i pesi del mondo… E abbastanza morbide per renderle confortevoli ».
« Le ho dato la forza di donare la vita, quella di accettare il rifiuto che spesso le viene dai suoi figli. »
« Le ho dato la forza per permettele di continuare quando tutti gli altri abbandonano. Quella di farsi carico della sua famiglia senza pensare alla malattia e alla fatica. »
« Le ho dato la sensibilità di amare i suoi figli di un amore incondizionato, Anche quando essi la feriscono duramente. »
« Le ho dato la forza di sopportare il marito nelle sue debolezze E di stare al suo fianco senza cedere»
« E finalmente, le ho dato lacrime da versare quando ne sente il bisogno.»
« Vedi figlio mio, la bellezza di una donna non è nei vestiti che porta, nè nel suo viso, o nella sua capigliatura. La bellezza di una donna risiede nei suoi occhi. E’ la porta d’entrata del suo cuore ; la porta dove risiede l’amore. Ed è spesso con le lacrime che vedi passare il suo cuore. »